Per il prossimo contratto, banco di prova la legge di bilancio. Intervista di Tuttoscuola alla segretaria generale Ivana Barbacci

Categorie: Contratti, NewsPubblicato il: 12/09/20235,8 min lettura
CONDIVIDI

«Il percorso verso un più giusto e adeguato riconoscimento che il personale della scuola attende e merita è lungo, non siamo al traguardo, ma è stato fatto un passo importante in quella direzione». Si apre con questa affermazione, in risposta alla richiesta di una valutazione sul contratto appena rinnovato, l’intervista alla segretaria generale CISL Scuola Ivana Barbacci che compare sul numero di settembre della rivista Tuttoscuola.
«I benefici ottenuti sono in linea con quelli degli altri comparti pubblici – aggiunge – Importante, per noi, aver ottenuto che andassero a beneficio di tutto il personale anche risorse destinate in origine a una premialità selettiva».
Il reclutamento, le carriere, i rapporti col Ministro Valditara, le ricadute della denatalità sul sistema scolastico sono gli altri temi toccati nell’intervista, nella quale si parla anche delle priorità su cui puntare in vista del CCNL per il triennio 2022-24.
«Sul prossimo rinnovo, il problema non è tanto chiedere l’avvio del negoziato – sostiene la segretaria generale CISL Scuola – piuttosto saranno decisive le scelte in legge di bilancio per i contratti pubblici. Sarà quella la cartina di tornasole per le buone intenzioni che da ogni parte vengono dichiarate».

Diffusa la circolare sulle votazioni per gli organi collegiali a livello di istituzione scolastica per l'a.s. 2023/24
Nuovo decreto interministeriale sul Piano Educativo Individualizzato (PEI) e sul sostegno all'inclusione scolastica

Condividi questo articolo!