Il punto sulle assunzioni dei Dirigenti Scolastici per il 2023/24. A fine mese i bandi di concorso

Categorie: Concorsi, Dirigenti Scolastici, NewsPubblicato il: 03/08/202313,9 min lettura
CONDIVIDI

Nell’atteso incontro svoltosi oggi, 3 agosto, presso il Ministero dell’Istruzione e del merito sulle nuove assunzioni di dirigenti scolastici, sono state fornite indicazioni sul contingente autorizzato dal Mef, pari a un totale di 280 unità di personale, così articolato:

  1. n. 210 posti destinati alle immissioni in ruolo riferite a concorsi dirigenziali (di cui 44 per il Concorso del 2011 in Campania e 166 per il Concorso nazionale del 2017)
  2. n. 13 posti destinati a reintegrare nel ruolo dirigenziale, a decorrere dal 1° settembre 2023, il personale destinatario “di provvedimenti di revoca della nomina o di risoluzione del contratto di dirigente scolastico, adottati in esecuzione di provvedimenti giurisdizionali, che hanno partecipato con riserva al corso intensivo di formazione indetto ai sensi dell’articolo 1, commi 87 e 88, lettera b), della legge 13 luglio 2015, n. 107, a seguito del contenzioso riferito ai concorsi per dirigente scolastico di cui al decreto del Ministro della pubblica istruzione 3 ottobre 2006” ai sensi dell’articolo 5, comma 20-ter, del decreto-legge 22 aprile 2023 n. 44 convertito dalla legge 21 giugno 2023, n. 74
  3. n. 57 richieste di trattenimento in servizio di cui all’articolo 1, comma 257, della legge 28 dicembre 2015, n. 208.

I posti disponibili per le 210 immissioni in ruolo di cui al punto 1), che nel complesso superano abbondantemente il numero delle assunzioni possibili, sono concentrati prevalentemente nelle regioni del Nord, e precisamente: 40 in Emilia-Romagna, 12 in FVG (lingua italiana), 13 in Liguria, 154 in Lombardia, 56 in Piemonte, 2 in Toscana, 74 in Veneto, 5 in Sardegna.
Per le assunzioni dei 44 dirigenti dal Concorso 2011 (Campania), è stato chiesto un parere all’Avvocatura generale – non essendosi espressa, benché interpellata, quella distrettuale – circa le modalità da seguire per definire la sequenza degli aventi titolo in relazione alle diverse sentenze e all’ordine di graduatoria. Infatti, 7 posti sono accantonati in Campania e i restanti potranno essere scelti con procedura interregionale in altre regioni.
La procedura relativa al Concorso 2011 sarà gestita dall’USR Campania e al momento è prevista solo per questo anno.
Queste operazioni saranno portate a termine entro il 10 agosto; l’11 agosto sarà aperta la piattaforma per l’indicazione delle regioni. La procedura si completerà dopo Ferragosto (presumibilmente il 18) con le assegnazioni alle Regioni per le 166 posizioni del Concorso nazionale 2017, la cui graduatoria sarà del tutto esaurita. Pertanto, al momento le operazioni di assunzione in ruolo avranno la precedenza rispetto all’esecuzione di sentenze sulla mobilità interregionale.

A margine dell’incontro sono state fornite informazioni sui bandi dei nuovi concorsi la cui emanazione è prevista tra la fine agosto e i primi giorni di settembre. Almeno per l’ordinario, è infatti necessaria la ricognizione dei posti ancora da coprire al termine delle procedure di assunzione per conoscere le disponibilità nelle diverse regioni, considerando che il concorso sarà regionale.
Per il concorso straordinario, il relativo DM è in registrazione presso la Corte dei conti.
Le due procedure, che per motivi diversi hanno subito ritardi rispetto alle previsioni, saranno avviate in sostanziale contemporaneità.

Ivana Barbacci: per il personale ATA poche assunzioni, precariato alle stelle. Serve piano triennale di stabilizzazione
Contingente dei posti di sostegno destinato alle assunzioni a tempo determinato, I fascia GPS

Condividi questo articolo!