Parere del CSPI sullo schema di decreto del Ministro sull’aggiornamento delle graduatorie ATA di III fascia 2024/2027

Categorie: A.T.A., News, PrecariatoPubblicato il: 26/04/202417,2 min lettura
CONDIVIDI

Nella seduta plenaria del 26 aprile 2024, svolta in modalità telematica il CSPI ha espresso parere favorevole, pur con osservazioni e proposte di integrazione, sullo schema di decreto del Ministro dell’istruzione e del merito recante «Aggiornamento delle graduatorie di circolo e di istituto di terza fascia del personale ATA per il triennio scolastico 2024-2027».

In premessa, prima di formulare puntuali proposte di modifica su parti specifiche del provvedimento esaminato, il CSPI ha espresso preoccupazione per il prevedibile sovraccarico di lavoro che le procedure di aggiornamento produrranno per le segreterie scolastiche, già oberate dagli impegni per le attività connesse all’attuazione del PNRR, cui sono chiamate a far fronte senza poter contare sulle risorse aggiuntive di organico. Il CSPI suggerisce pertanto di considerare lo spostamento della valutazione delle domande presso altri livelli dell’amministrazione, al pari di quanto già previsto per le Graduatorie Provinciali di Supplenza (GPS).

Inoltre il CSPI, riguardo al profilo di Operatore scolastico, del quale non esiste al momento la definizione dell’organico, propone di specificare che per il nuovo profilo, ferma restando la possibilità di presentare istanza di inserimento in graduatoria e di scegliere le 30 istituzioni scolastiche, non è ancora possibile procedere all’individuazione per eventuali supplenze, anche con riferimento ai passaggi di Area previsti in prima applicazione dal CCNL 2019/2021.

Infine il CSPI chiede ulteriori precisazioni in merito alle caratteristiche delle CIAD (Certificazioni Internazionali di Alfabetizzazione Digitale), nonché alla validità dei titoli informatici già in possesso dei candidati e alle modalità di eventuale aggiornamento degli stessi agli standard europei.

Seguono, con puntuali annotazione a margine del testo in esame, alcune richieste di integrazione o modifica. In particolare, il CSPI chiede di integrare il testo con le seguenti precisazioni:

Validità graduatorie: nel caso in cui la pubblicazione sia successiva alla data del 31 agosto 2024, le nuove graduatorie di circolo e di istituto di terza fascia hanno validità dall’anno scolastico successivo.

Depennamento per cambio provincia: in caso di richiesta di depennamento a seguito di domanda per cambio di provincia, qualora la pubblicazione delle graduatorie avvenga successivamente all’inizio dell’anno scolastico e l’aspirante abbia sottoscritto un contratto con scuole della precedente provincia di appartenenza, detto contratto sarà portato a termine.

Nuovi titoli di accesso: in considerazione del fatto che, con il richiamo alla precedente denominazione del titolo di studio, sarebbero esclusi tutti gli aspiranti diplomati presso i nuovi istituti professionali, il CSPI propone di inserire, quale requisito per l’accesso, il diploma di scuola secondaria di secondo grado rilasciato dagli istituti professionali per l’indirizzo “Servizi per enogastronomia e ospitalità alberghiera” articolazione “enogastronomia”.

Controllo validità domande: in considerazione del fatto che le procedure di controllo da parte delle scuole spesso avvengono in forte ritardo o, comunque, non al momento della stipula del primo contratto, al fine di prevenire il contenzioso prodotto in caso di revisione del punteggio, il CSPI propone di inserire, dopo la parola “tempestivamente”, le parole: “e comunque entro il termine del contratto”.

In chiusura, il CSPI formula alcune osservazioni per quanto riguarda le tabelle di valutazione, in particolare per quanto riguarda i titoli relativi al profilo di Assistente amministrativo, di cui si evidenzia la necessità di un aggiornamento (alcuni titoli appaiono anacronistici), l’opportunità di differenziare il punteggio attribuito alle lauree a seconda dell’ordinamento, alla valutazione del servizio prestato dagli assistenti amministrativi facenti funzione di DSGA. Viene auspicato anche un aggiornamento delle FAQ pubblicate in occasione dei precedenti aggiornamenti delle graduatorie.

"I tanti perché di un disagio diffuso, alcuni possibili rimedi". Un sondaggio della CISL Scuola fra i dirigenti sulla gestione dei progetti PNRR
Percorsi abilitanti per l'insegnamento nella secondaria, una scheda di approfondimento della CISL Scuola

Condividi questo articolo!