Concorso ordinario a posti di docente IRC nelle scuole di infanzia, primaria e secondaria di I e II grado, pronti i bandi

Categorie: Concorsi, Docenti, I.R.C, News, PrecariatoPubblicato il: 07/05/20248,6 min lettura
CONDIVIDI

Si è svolta in data 7 maggio, presso la Direzione generale per il personale scolastico del MIM, l’informativa sui bandi riguardanti le procedure concorsuali ordinarie IRC per la scuola dell’infanzia e primaria e per la scuola secondaria di primo e secondo grado.

Come è noto, alla procedura ordinaria è destinato il 30 per cento dei posti vacanti e disponibili per il triennio scolastico che va dal 2022/2023 al 2024/2025, per un totale di 1.928 posti.

Alla procedura ordinaria potranno partecipare gli insegnanti di religione cattolica in possesso dei seguenti requisiti:

  • titolo di studio previsto dai punti 4.2. e 4.3 dell’intesa tra il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca e il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana del 28 giugno 2012 (resa esecutiva ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 175 del 20 agosto 2012)
  • certificazione di idoneità rilasciata dal Responsabile dell’Ufficio diocesano competente, nei novanta giorni antecedenti alla data di presentazione della domanda, valevole per la diocesi e per il grado di scuola per cui si concorre

La procedura concorsuale si articolerà in una prova scritta computer based, della durata di 100 minuti, composta da 50 quesiti attinenti agli ambiti pisocopedagogico e didattico/metodologico, nonché atti a verificare la conoscenza della lingua inglese libello B2 e le competenze digitali.

Coloro che supereranno la prova scritta sosterranno una prova orale che comprenderà anche uno specifico test didattico, consistente in una lezione simulata.

La CISL Scuola prende atto con soddisfazione dell’avvenuto accoglimento, nei bandi, di osservazioni e proposte avanzate e argomentate nei procedenti incontri di informativa ministeriale e auspica che i due bandi relativi procedure ordinarie completino rapidamente il loro iter, affinché si possa celermente dare il via a tutte le procedure concorsuali, ordinarie e straordinarie, a distanza di ben vent’anni dall’ultimo concorso, bandito nel lontano 2004.

Indicazioni nazionali, maneggiare con cura. In gioco un bene comune che appartiene all’intero Paese.
7 maggio, ore 17, si parla di aggiornamento GPS a "La Tecnica risponde" con Attilio Varengo

Condividi questo articolo!